MicroMega+, la presentazione del numero del 27 agosto 2021

Con contributi di: Paolo Flores d'Arcais, Silvano Fuso, Maurizio Franco, Giada Pari, Annamaria Palmieri, Lewis Carroll.

Redazione

A chi appartiene la tua vita se non a te? E chi altri ha diritto di decidere sulla sua fine se non tu stesso? Grazie al progresso della medicina spesso la decisione sulla morte non spetta più alla natura ma a noi stessi. E se non siamo liberi di decidere sul nostro fine vita – scrive Paolo Flores d’Arcais in “A chi appartiene la tua vita? La crociata oscurantista per strapparti il diritto umano più fondamentale” – stiamo appaltando la nostra vita a qualcun altro.

Le pseudoscienze – dalle classiche astrologia, cartomanzia e omeopatia fino a quelle più bizzarre – seducono perché promettono soluzioni semplici a problemi complessi e concordano con i nostri bias cognitivi. Ma – come spiega Silvano Fuso (“I danni sociali delle pseudoscienze”) – possono comportare notevolissimi rischi, tanto più se a confidare in loro sono i nostri decisori politici.

L’estate di 48 anni fa Napoli si scoprì epicentro di una epidemia di colera. Dopo l’incredulità e il panico iniziale, la città riuscì a debellare la malattia con una campagna di vaccinazioni di massa resa possibile grazie all’autorganizzazione e alla solidarietà popolare. Il racconto di Maurizio Franco: “Napoli, 1973: l’estate del colera”.

Sono quasi novecentomila gli italiani espatriati negli ultimi dieci anni. Al primo posto tra le mete scelte il Regno Unito, a seguire Germania e Francia. È proprio in Germania che dieci anni fa ha scelto di emigrare Carmen; la sua storia – narrata da Giada Pari in questo secondo episodio del podcast “Radici” (“Storie di italiani espatriati”) – è quella di tanti italiani che hanno scelto di piantare nuove radici altrove.

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte. Un anno scolastico che sarà sempre all’insegna della pandemia. Annamaria Palmieri, assessora alla Scuola del Comune di Napoli, analizza “La scuola al centro della città. E oltre la pandemia”.

Per concludere, un ultimo regalo letterario estivo per gli abbonati a MM+: “Sillogismi fantastici” di Lewis Carroll. Da MicroMega 3/2000 proponiamo alcuni frammenti dal trattato di logica simbolica dell’autore di “Alice nel paese delle meraviglie”, grazie alla quale il lettore potrà imparare a “smascherare le argomentazioni fallaci che continuamente incontri nei libri, nei giornali, nei discorsi e addirittura nei sermoni”.

Buona lettura e buon ascolto!

Tutto il potere agli arraffatutto: la Costituzione tradita

La Costituzione italiana indica la strada del regionalismo come una possibile attuazione di politiche solidali, per garantire a tutti i cittadini il godimento dei diritti fondamentali. L’ipotesi di autonomia differenziata che oggi culmina con il DDL Calderoli ma è stata avviata dai governi di sinistra con la riforma del titolo V della Costituzione fonda invece un regionalismo competitivo e accaparratore, che rischia di disgregare interamente l’unità della Repubblica italiana e della sua cittadinanza.

Un attacco ad ampio raggio ai diritti di tutti

Dalla creazione di una scuola diseguale fino alla morte delle contrattazioni nazionali, che di fatto rinnegherebbero l’articolo 1 stesso della Costituzione, l’autonomia differenziata è un attacco ad ampio raggio ai diritti dei cittadini. Gli allarmi sono stati sollevati da più parti eppure la macchina si è messa in moto e bisogna capire come fermarla.