Il Führer redivivo e la banalizzazione del male

Nei film, a teatro, nei romanzi, nei fumetti: da alcuni anni Hitler è una figura onnipresente sui media, quasi una popstar. Di recente è sbarcato anche su Instagram con una serie dedicata all’attivista antinazista Sophie Scholl. Nelle intenzioni un modo per far conoscere la storia ai giovani. Nella realtà, l’ennesimo contributo alla banalizzazione dell’orrore nazista.

Il Führer si era già rifatto vivo nel 2015. Da uno sbuffo di fumo, all’improvviso, nel centro di Berlino. Lui è tornato è il titolo del film di David Wnendt tratto dall’omonimo romanzo bestseller di Timur Vermes, che ha venduto più di due milioni di copie ed è stato tradotto in 41 lingue.

Nel film, il regista fa uscire il suo protagonista in uniforme nazista da un tombino, nel bel mezzo di un quartiere di Berlino, nel tempo presente. Adolf Hitler (interpretato da Oliver Masucci) è egli stesso più che sorpreso quando si rende conto di essere improvvisamente tornato in vita. E come è cambiato il mondo! Il giornalista Fabian Sawatzki (interpretato da Fabian Busch), appena licenziato da una grande emittente televisiva privata chiamata MyTV, èil primo a fiutare la possibilità di fare soldi e di riavere il suo vecchio lavoro grazie a quello che pare un perfetto sosia di Adolf Hitler, stranamente affascinante e incredibilmente simile al vero Führer. Sarà successo. Questo Hitler affascina tutti: gli anziani ricordano un tempo in cui non tutto era poi così male, anzi diverse cose andavano meglio…, i giovani pensano che sia un tipo figo, pazzesco…

Il Führer redivivo inizia la sua marcia trionfale: gira per i talk show, viene ammirato dalla stampa, acclamato dai tabloid, spopola su YouTube. Durante una visita alla sede del partito striglia i dirigenti dell’NPD [un partito di estrema destra tedesco] accusandoli di essere confusi. Se solo avesse le SS! L’ascesa apparentemente inarrestabile di Hitler comincia a incrinarsi solo quando inizia a circolare un video che lo mostra mentre spara a un cane. Finché si tratta di incitamento contro le minoranze e sciocchezze sul benessere del popolo tedesco, va bene. Ma non mostrare compassione per gli animali è inaccettabile, soprattutto per i Verdi, che non disdegnano l’ipotesi di avere il nuovo, vecchio Hitler come partner di coalizione. Dopo tutto, la protezione della natura non è altro che la protezione della patria, e nessuno meglio di lui sa come proteggere la patria.

Il regista David Wnendt intervista in modo finto-documentaristico persone che si trovano a confrontarsi con il presunto Hitler in situazioni quo…

Moneta e mercato prima del capitalismo. La lezione di Marc Bloch

Per gentile concessione dell’editore Mimesis, pubblichiamo l’introduzione al libro “Lineamenti di una storia monetaria d’Europa” di Marc Bloch, tra i massimi studiosi del Medioevo. Un gigante non solo della storiografia, ma del pensiero e della lotta per la libertà, come dimostra la sua morte per mano nazifascista.

Biennale Teatro 2024, intervista ai direttori artistici Stefano Ricci e Gianni Forte

La Biennale Teatro 2024, in programma dal 15 al 30 giugno 2024, è la quarta e ultima diretta da Stefano Ricci e Gianni Forte (in arte ricci/forte). Ripercorrere le tre precedenti edizioni da loro dirette e fornire anticipazioni su quella che si appresta a iniziare ci fornisce anche il pretesto per una riflessione a 360° sul teatro, la comunicazione e l’arte nel mondo contemporaneo.

Never forget 1984: l’India a 40 anni dal massacro sikh

Nel giugno del 1984 veniva lanciata in India contro il movimento indipendentista sikh l’operazione “Blue Star”, che portò a migliaia di morti. La reazione condusse all’omicidio del premier Indira Gandhi per mano delle sue guardie del corpo, proprio di origine sikh. Ne seguirono in tutta l’India veri e propri pogrom contro questa minoranza, verso la quale l’attuale governo indiano continua ad avere un atteggiamento ambiguo. Minoranza che ci è più vicina di quanto sembra, data la presenza in Italia di numerosi suoi membri, impiegati nel settore agricolo e in quello dell’allevamento.